INTERVISTA: Monica Falconi incontra la giovane cantante ASIA RETICO

Shere This:
INTERVISTA: MONICA FALCONI INCONTRA ASIA RETICO

Incontriamo oggi Asia Retico, una cantante giovanissima che sta per affacciarsi nel panorama musicale italiano con un nuovissimo singolo prodotto dalla casa discografica Pf music.

Asia, innanzitutto grazie per averci concesso questa intervista. Iniziamo subito con la grandissima novità che hai annunciato da pochissimi giorni. Un singolo che sta per essere pubblicato. Raccontaci di questo brano, delle persone che ne hanno contribuito alla nascita e se ci saranno altri brani in cantiere dopo.

Grazie a voi per questa opportunità!

Come hai detto, tra pochissimi giorni uscirà il primo singolo della mia carriera e sono davvero molto emozionata all’idea che la gente potrà ascoltarlo. È un brano particolare, nato da uno sguardo nel vero senso della parola.

La scorsa estate ho lavorato in un villaggio sardo con la compagnia fuori tempo massimo, ed è lì per puro caso che ho conosciuto il mio attuale manager, Giovanni Zauli, che è inoltre autore del testo di questo brano. È stato un incontro fatale, dico sempre io, e ricordo benissimo quel giorno in cui mi ha detto “devo farti leggere una cosa”, ricordo la sorpresa nel leggere questo testo e sentirlo mio fin da subito, proprio come se fossero state le mie mani a scriverlo.

Questo brano ha una storia lunghissima, che parte da un’estate calda, passa per un autunno freddo e arriva ad oggi, e io ancora non posso crederci.

Asia Retico - Foto Massimo Izzo

Abbiamo iniziato a lavorare sulla musica appena rientrati dai lavori estivi, e la prima versione del brano era pronta ad Ottobre, quando infatti l’ho portato ad Area Sanremo, dove è stato molto apprezzato dalla giuria ma purtroppo non ha passato tutte le selezioni. Non mi sono scoraggiata, ho preso quella versione e l’ho resa migliore. L’abbiamo resa migliore.

Ho un team fantastico che mi sostiene e che adoro, con il quale ho un dialogo molto aperto. Le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questo brano sono tantissime: Laura Zito che ha composto il brano, Licia Missori che cura la versione solo piano, Ludovico Bisconti che cura l’arrangiamento, Jonathan Ginolfi e Francesco Ruggeri che mi hanno assistita e guidata in sala di registrazione.

Questi sono solo alcuni dei grandissimi giovani talenti con cui ho l’onore di lavorare, perché infatti non ci fermiamo certo qui. Sto attualmente lavorando a due progetti.

Il primo è un album con 12 pezzi inediti ai quali io e il mio team stiamo lavorando e che uscirà entro ottobre, e conterrà anche un paio di cover di canzoni alle quali tengo particolarmente. Inoltre alla fine del prossimo anno uscirà un altro album con pezzi tratti dai migliori musical e conterrà anche duetti con altri artisti, ma per ora devo mantenere il segreto!

La tua passione per il canto sfocia quindi in un approccio al mondo del professionismo. Quando e dove nasce questo amore per la musica?

Credo che in realtà ci sia sempre stato, andava solo svegliato nel modo giusto! Ricordo che fin da bambina ho amato cantare, mia madre è una grande amante della musica ed ha ottimi gusti. Sarò sincera, sono stata esattamente una di quelle bambine che passava pomeriggi interi a giocare con il karaoke in sala, i tacchi della mamma, le parrucche e i vestiti, i trucchi.

Forse sapevo già come sarebbe andata a finire, forse no, ma so per certo che la musica mi ha accompagnata dalla nascita. Cantavo con chiunque, a partire da mia madre fino ai miei quattro nonni, a cui sono molto legata.

Asia Retico - Foto Massimo Izzo

Sono sempre stata abituata a frequentare teatri per spettacoli, concerti e musical fin da piccolissima, non potevo fare altro che amare la musica!

Sappiamo che sei anche attrice, come ha contribuito il saper interpretare un personaggio davanti ad un pubblico, al tuo talento musicale?

Credo che gli anni di studio di recitazione che ho affrontato, che non sono assolutamente conclusi, siano stati parte fondamentale di tutto quello che sono ora e che sarò un giorno.

Non mi sento assolutamente arrivata, ho così tanto da imparare e sperimentare ancora, e ho tanta voglia di mettermi in discussione. Sono certa che senza aver approfondito lo studio dell’interpretazione di un personaggio non sarei probabilmente qui a parlare del mio primo brano. È grazie ad un personaggio che ho interpretato se Giovanni mi ha notata ed apprezzata, un anno fa non avevo ancora mai preso lezioni di canto e la mia voce era decisamente acerba sotto un punto di vista professionale.

Ora, dopo un anno, ringrazio ancora mia madre per avermi convinta a studiare teatro, e mio nonno per avermi portata fin da bambina a godere delle meraviglie di un palcoscenico.

Credo però ci sia differenza, almeno per me, tra l’interpretare un personaggio in teatro e cantare la mia musica: il personaggio, per quanto di mio possa metterci, resta un personaggio. La mia musica sono io, senza filtri, senza schemi, senza freni inibitori, solo io. Non sarei sinceramente in grado di dire se preferisco la musica al teatro o viceversa, perchè come dico già da tempo ormai la mia passione e aspirazione è il musical, ossia l’unione di queste due arti che mi appassionano da sempre, e in particolare l’opera popolare moderna, che mi affascina più di qualsiasi altra cosa!

E ora Asia raccontaci i tuoi sogni, prendendo spunto proprio dal titolo del tuo nuovo singolo “La valigia dei miei sogni” e i tuoi progetti futuri.

I miei sogni si sono trasformati in progetti, obiettivi. Erano sogni quando a settembre mi catapultavo in un mondo nuovo, grande, un oceano per me che ero abituata a relazionarmi nella piccola bolla di vetro che mi ero creata attorno. Credo sia giusto chiamarli obiettivi perchè ci credo davvero, e perchè so che farò tutto quello che è in mio potere perchè ci riesca.

Obiettivi ce ne sono, non solo di “carriera”: voglio viaggiare, guardarmi intorno, migliorare il mio stile di vita, diplomarmi il prossimo anno nel mio liceo, che è un liceo classico teatrale.

Asia Retico - Foto Massimo Izzo
Piano spartito

Ovviamente poi spero nella buona riuscita di questo album, che è il primo e ci tengo particolarmente, come spero di collaborare con tanti artisti di talento, migliorarmi artisticamente con lo studio e la dedizione,  imparare da tutto e tutti, e iniziare a vivere la vita che sogno da sempre.

Voglio studiare arti performative, musical nel particolare, in accademia. Manca ancora un anno ad una delle decisioni più grandi della mia vita, e i progetti sono ancora vaghi, ma sono molto sicura di quello che voglio per il mio futuro.

Frequento il teatro dalla parte del palco da quasi sei anni, e non voglio scendere. Quello che voglio è vivere su un palcoscenico, dare tutta me stessa, emozionarmi ed emozionare, sempre!

Grazie e in bocca al lupo per tutto! Siamo sicuri che con il tuo talento questa “valigia” potrà aprirsi ben presto per vedere i sogni diventare realtà.

Un ringraziamento a Massimo Izzo per le foto presenti in questo articolo.

Monica Falconi

Monica Falconi (6)

Nata a Roma nel 1977, inizia a calcare le tavole del palcoscenico nel 2006. Frequenta il laboratorio teatrale di Paolo Perelli, la scuola di teatro del Teatro Dafne di Ostia e il corso di formazione attori di Claudio Boccaccini.
Inoltre aggiunge stage e ulteriori laboratori sulla commedia dell’arte e altre modalità performative.
In scena la possiamo trovare con numerose commedie (tra cui spiccano quelle dell’autore e regista Luca Franco) portate anche in tournée in Italia e lavori come monologhista sia drammatica che comica. Dirige insieme a Mauro Ballanti la compagnia Palcoscenici che prende nome dall’omonimo blog di spettacolo che dal 2017 gestisce e per cui effettua recensioni e interviste agli artisti soprattutto teatrali.

Shere This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Subscribe Newsletter Get the latest updates from the Click Artist website

To stay informed, subscribe to the Click Artist newsletter

en English
X
Skip to content
Enable Notifications.    Ok No thanks