LA GEOGRAFIA DEL BUIO

Michele Bravi “LA GEOGRAFIA DEL BUIO”

Shere This:

Nuovo lavoro discografico per il giovane Michele Bravi che torna dopo un periodo di pausa dalle scene musicali con il nuovo lavoro intitolato “LA GEOGRAFIA DEL BUIO”

“La geografia del buio” è il titolo del nuovo album dell’artista  Michele Bravi, in uscita ufficiale  il 20 marzo e  già disponibile in presave e preorder su Amazon e iTunes store al seguente link.

L’album arriva a tre anni di distanza dal precedente intitolato “Anime di carta” e sarà profondamente diverso rispetto ai passati lavori del cantante.

Michele recentemente ha dichiarato:

“Avere le parole per dire il caos non salva da niente ma almeno disegna il labirinto. ‘La Geografia del Buio’ è un racconto attraverso la ferita del mondo. Una perdita di aderenza dal reale e il tuffo in un’oscurità che racchiude in sé la violenza della vita e riscopre nell’amore l’unica salvezza. Un amore che non combatte il male ma che aiuta a disegnarne la geografia.”

In un vecchio post pubblicato su Facebook nel mese di Ottobre Michele aveva scritto dopo l’enorme successo di date nei teatri :

Ho pensato tanto a quale sarebbe stata la prima parola giusta da dire per iniziare questi concerti. La prima parola per iniziare tutto.
Ho pensato a una parola strana. Ho pensato alla parola “nebbia”.
Quando qualcuno dice “nebbia”, si pensa subito a qualcosa di inquietante e opprimente e fastidioso. Per me, invece la nebbia ha sempre avuto un’accezione positiva, una sorta di fascino nascosto.
A casa mia, quando c’è la nebbia, è come avere un foglio di carta bianco davanti agli occhi, è impossibile vederci attraverso e orientarsi, come se qualcuno ti premesse le mani sugli occhi. Così si dice sempre ai bambini, avere un foglio di carta bianco davanti agli occhi.


Quando c’è la nebbia, in effetti il mondo diventa quello che vuoi. Come davanti ad un foglio bianco, tu puoi iniziare ridisegnare la realtà come più ti piace. Al posto di un palazzo puoi mettere una casa, al posto di una fontana un lampione colorato. Qualsiasi cosa tu voglia. Aggiungere perfino l’irreale nel reale.
Pensando alla nebbia, mi è venuta in mente questa frase: “la nebbia mi ha insegnato che c’è qualcosa di più importante della logica, l’immaginazione.”


Io con la nebbia ho imparato a sognare. La nebbia mi ha insegnato a dare un corpo al mio immaginario.
Spero che in queste serate vi siate potuti immergere nella mia, nella vostra nebbia, nella mia, nella vostra immaginazione e vedere il mondo, anche solo per la durata di un concerto, non solo come è ma come vorreste vederlo.
Michele

Il Disco è caratterizzato da immagini oniriche e surreali, allucinazioni, che Michele racconta attraverso le parole e la musica. Tutto questo nuovo lavoro è autobiografico in quanto in tutto l’album viene rappresentato il difficile momento trascorso dal cantante che l’ha visto convolto in un incidente mortale nel novembre 2018 e che l’ha segnato profondamente nell’anima.

Shere This:
Subscribe Newsletter Get the latest updates from the Click Artist website

To stay informed, subscribe to the Click Artist newsletter

en English
X

Questo sito Web utilizza cookies. Continuando a utilizzare questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookies. 

Skip to content