Quando la musica diventa un filo che unisce

Shere This:
Immagine copertina One world Together at Home

Un evento unico nel suo genere ha “illuminato” una notte di questa lunga quarantena. Potrebbe essere un nuovo modo di sensibilizzare l’opinione pubblica anche in futuro.

Far arrivare l’arte di grandi personalità anche a chi non se la può permettere?

Lo scorso 18 aprile, un grande evento realizzato via streaming. Tutti in collegamento tra diverse parti del mondo

Uno degli eventi musicali più belli, coinvolgenti di questo strano periodo che stiamo vivendo: TOGETHER AT HOME.

Organizzato dalla Global Citizen a sostegno della OMS e  per promuovere la campagna di distanziamento sociale.

Tutto questo, contrasto della pandemia di coronavirus, curato anche da Lady Gaga.

Lady Gaga

Un evento unico nel suo genere, in cui diversi famosissimi cantanti, grandi interpreti della musica del nostro tempo, si sono cimentati in brani cantati live dalle loro case

Dal loro giardino come nel caso di Elton John, improvvisando anche inediti duetti. Una notte indimenticabile, in cui nello stesso momento

L’arte è diventata una cintura che ha circondato il mondo.

Stretto in un abbraccio musicale che aveva come denominatore comune la volontà di uscire da questo terribile momento e far sopravvivere l’arte.

Potremmo pensare che questa situazione ha dato modo di sperimentare delle vie di distribuzione artistica alternativa.

“Ovviamente come in tutti i casi sono da analizzare i pro e i contro di una modalità che potrebbe in qualche modo continuare.”

Vedere gli artisti collaborare senza avere come scopo il lucro, ma solamente per il benessere sociale ha acceso la necessità di non dimenticare.

Taylor Swift
Elton John

Una volta tornati alla normalità, in nome di battaglie comuni o di diffusione dell’arte anche a favore di chi non può permettersi di seguire live o ha difficoltà,

si potrebbero organizzare di nuovo eventi simili.

Eventi in cui la musica è un veicolo di informazione, emozione e che riesce ad arrivare contemporaneamente a persone di estrazione sociale diversa.

Tutto questo può quindi riuscire a portare con se’ anche messaggi non prettamente musicali.

Battaglie sociali, manifestazioni pacifiste, la cura per l’ambiente, il fabbisogno di alcune popolazioni, o semplicemente la diffusione dell’arte,

possono essere appoggiate da un’iniziativa come TOGETHER AT HOME.

Gli artisti che prendono una dimensione “umana” nella loro abitazione o in un ambito diverso dai palcoscenici patinati.

Locandina One World Togheder At Home

A volte, possono essere più efficaci delle macchine di business su cui vengono costruite certe tournee.

Ci auguriamo che vengano prese in considerazione dagli artisti stessi queeste iniziativa

e che in futuro possiamo trovare un evento di dimensioni così ampie con obiettivi benefici.

Galleria Evento

Monica Falconi

Monica Falconi (4)

Nata a Roma nel 1977, inizia a calcare le tavole del palcoscenico nel 2006. Frequenta il laboratorio teatrale di Paolo Perelli, la scuola di teatro del Teatro Dafne di Ostia e il corso di formazione attori di Claudio Boccaccini.
Inoltre aggiunge stage e ulteriori laboratori sulla commedia dell’arte e altre modalità performative.
In scena la possiamo trovare con numerose commedie (tra cui spiccano quelle dell’autore e regista Luca Franco) portate anche in tournée in Italia e lavori come monologhista sia drammatica che comica. Dirige insieme a Mauro Ballanti la compagnia Palcoscenici che prende nome dall’omonimo blog di spettacolo che dal 2017 gestisce e per cui effettua recensioni e interviste agli artisti soprattutto teatrali.

Shere This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe Newsletter Get the latest updates from the Click Artist website

To stay informed, subscribe to the Click Artist newsletter

en English
X
Skip to content